Awwwards
 

Google Hacking: la faccia nascosta di Google

Navigando per la rete mi sono imbattuto in questo ( secondo me ) interessantissimo articolo. La fonte è comunque autorevole visto che si tratta del blog dell’Infosec Institute. Si tratta di una delle più importanti scuole sulla sicurezza informatica presenti in America.

Come sappiamo Google è il motore di ricerca per antonomasia. E’ il più utilizzato al mondo, il più preciso, il più studiato e tutti i professionisti impiegati nella SEO/SEM utilizzano Google come riferimento.
Oltre ad essere una delle banche dati più potenti Google può essere utilizzato ( da maleintenzionati ) per trovare file sensibili, vulnerabilità web, permette l’identificazione di sistemi operativi e può anche essere usato per trovare le password, database e anche tutto il contenuto delle caselle di posta.
Come è possibile? Utilizzando degli operatori che Google mette a disposizione e sfruttando l’immensa capacità di scansione propria del motore di ricerca Google.

Google consente l’utilizzo di tre operatori logici: AND, NOT e OR.
L’AND è utilizzo per includere più keywords in una sola ricerca e può essere sostituito da un unico spazio “”, anche se i risultati differiscono leggermente utilizzando l’una o l’altra modalità

Il NOT è utilizzato per eliminare alcune keywords dal risultato di una ricerca. Questo operatore è equivalente a “-” ad esempio si può effettuare una ricerca per “email service -marketing”.

L’operatore OR è utilizzato per includere nel risultato di una query una parola chiave o un’altra parola chiave, ma non entrambi, ed è equivalente a l’uso di “|”, ad esempio “reverse | engineering”.

In aggiunta a questi tre operatori Google consente anche l’utilizzo di: ~, +, *,””

Tilde “~” : viene utilizzato per includere nel risultato di una query con la parola chiave desiderata, i suoi sinonimi e parole simili

Carattere “+” : Google tende ad ignorare la punteggiature ed eliminare parole quali “noi”, “la”, “e” , “di”. Utilizzando il “+” dopo una parola si richiede a Google di includere quella parola all’interno della ricerca, ad esempio: “la sicurezza non +è mai completa”

Carattere “” : viene utilizzato per ricercare l’esatta frase inserita tra le virgolette

Carattere “*” : detto anche carattere “jolly” è usato per sostituire delle parole che non si vogliono specificare con precisione.

Define:word
Questa query ritorna la definizione di una parola prelevata dalla fonte più attendibile

Filetype:file_extension
Utilizzando Filetype si possono ricerca file con una specifica estensione, restrigendo la ricerca ad un particolare tipo di file. Ad esempio “backup filetype:sql”

Ext :file_extension
L’utilizzo di Ext è molto simile alla direttiva precedente solo che quest’ultima viene utilizzata per tipi di file meno comuni ed effettua una ricerca più approfondita

Intitle:keyword(s)
Ricerca una parola presente all’interno del title delle pagine web

Inurl :keyword
Ricerca una parola presente all’interno dell’url delle pagine web

Intext :keyword / Allintext :keyword1 keyword2 keyword3 …
Ricerca una parola/parole presenti all’interno del body della pagine web

Fino ad ora non c’è niente di male ma vedremo che combinando diversi operatori, diverse parole chiave … i risultati di solito superano le nostre aspettative e soprattutto quando siamo alla ricerca di vulnerabilità o di alcuni dati “privati”. Questo è convenzionalmente chiamato Google Hacking.
Ad esempio potremo utilizzare Google per trovare i file che contengono i nomi degli utenti soltanto scrivendo “allintext: username filetype: log” oppure trovare email soltanto scrivendo “allintext:email OR mail +*gmail.com filetype:txt” e così via…

Google quindi può essere un nostro alleato ma anche un nostro nemico. La sua capacità di scansionare il web può creare dei problemi a chi non prende le giuste precauzioni
Consigli?

Sicuramente l’uso della giusta CHMOD per le directory sensibili e limitare o eliminare l’accesso ai backup caricati.
L’uso del file robots.txt può anche salvare la privacy dei vostri dati, è possibile evitare di Google o qualsiasi altro motore di ricerca di indicizzare il tuo sito web, i file o le directory rimpiendo correttamente un file robots.txt.